• "Voglio farmi Santa, voglio farmi santa a qualunque costo"

    m


    Adelaide Brando nacque a Napoli il 1° maggio  1856 da Giovanni Giuseppe e Caterina Marrazzo; fu battezzata nella parrocchia di San Liborio il giorno seguente. Il giorno 8 dicembre 1864 ricevette la prima comunione e il 25 dicembre 1868, all'età di dodici anni circa, fece voto di verginità perpetua.

    Fin da piccola il suo progetto di vita era :"Voglio farmi santa a qualunque costo" e la sua aspirazione fu quella di essere vittime consacrata interamente al Signore, in spirito di riparazione.

    Nel 1871 entrò nel monastero delle Fiorentine a Chiaia, dove maturò in lei l'idea della fondazione di un'opera di Adoratrici, infatti ebbe una visione: "Mentre stavo pregando innanzi al Ssmo. Sacramento, in un momento di gran raccoglimento di spirito mi sembrò di vedere innanzi al  Sacramento una religiosa vestita tutta di bianco che, genuflessa, stava in atto di adorazione". 

    Dimessa dal monastero per ragioni di salute, una volta ripresasi, entrò nel monastero delle sacramentine e ne vestì l'abito il 4 maggio 1876. Inizia una nuova vita. "La vecchia Adelaide" cede il posto alla nuova " Suor Maria Cristina dell'Immacolata". Costretta ad abbandonare anche le Sacramentine, nel Luglio 1878 si ritirò nel Conservatorio delle suore Teresiani di Torre del Greco, conducendo ivi una vita religiosa veramente esemplare.

  • Su invito del preposito di Casoria, canonico Domenico Maglione, Suor Maria Cristina si trasferì a Casoria dove costruì un meraviglio tempio eucaristico in stile neo gotico. Il 16 agosto del 1903 l'istituto prese il nome ufficiale di "Vittime espiatrici di Gesù sacramentato".

    La Brando viveva Gesù nell'Eucaristia, Vittima perennemente sacrificata al Padre suo in riparazione ed espiazione, sentiva che il suo posto era accanto al S. Tabernacolo per offrirsi con Gesù Ostia, vittima di riparazione perenne, infatti rimaneva per lunghe ore ad adorare il suo amato Sposo nella  sua cella chiamata grotticella La storia racconta che , mentre dormiva, spesso si sentiva d'un tratto, come chiamata da qualcuno, si avvicinava alla finestra a contemplare Gesù Sacramentato e lo adorava nel silenzio, oppure pregava davanti al presepe che aveva in camera. Per non farsi notare la Madre attraversava a tarda sera le strade di Casoria  per portare soccorso a famiglie bisognose  e operava in ogni situazione con dolcezza e bontà. La forza del servizio aveva la sua origine nell'Eucaristica che contemplava, tanto che diverse volte fu rapita estasi . Santa Maria Cristina sapeva conquistare il cuore delle persone e delle sue figlie spirituali, che la seguivano con fede e con profonda umiltà.  Tante furono le difficoltà che Madre Maria Cristina dovette affrontare nel corso della sua vita, ma venne costantemente rincuorata dai consigli del padre spirituale Ludovico da Casoria.

    La Madre Fondatrice si consumò nella preghiera e nelle opere con grande fede e generosità, spirando all'età di cinquant'anni anni, il 20 gennaio 1906

    La notizia che la Madre di Casoria era morta, si diffuse subito. Si piangeva e si pregava mentre di affermava che era morta una Santa. Negli anni 1927-40 furono celebrati i processi ordinari sulla fama di santità.

     Il 4 maggio 1972 fu introdotta la causa di beatificazione e canonizzazione, istruita in Napoli alla presenza del cardinale Corrado Ursi.

     Il 2 Luglio 1994 Papa Giovanni Paolo II la dichiarò "Venerabile".

    Nel 1992 per l'intercessione della Venerabile presso Dio avvenne un miracolo nelle Filippine, alla Signora Federica de la Fuente, colpita della malattia  di Wegener, a localizzazione polmonare bilaterale, di vasta estensione e a notevole attività evolutiva e con grandi complicanze.

    Il 27 Aprile 2003 Maria  Cristina Brando è stata iscritta da  Giovanni Paolo II nell'albo dei beati dichiarandola "fervente devota dell'Eucaristia e testimone della carità di Cristo".


    Il 20 settembre 2014 il Santo Padre Francesco ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il Decreto  sul miracolo, dichiarandoSanta Maria Cristina Brando. Nel Concistoro del 14 Febbraio 2015 il Santo Padre comunica la data di canonizzazione in Roma, Piazza San Pietro: Domenica 17 Maggio 2015.